Poche semplici idee per la tua Ghirlanda di Natale Home Made!

Uno degli addobbi più frequenti in vista del Natale è sicuramente la ghirlanda: tradizionalmente rotonda e realizzata con vari materiali, questo oggetto ha radici molto lontane.
Fin dai tempi antichi, e basti pensare all’impero romano, la ghirlanda è stata simbolo di vittoria e la sua forma tonda rappresenta l’eternità, un cerchio senza inizio e senza fine.
La ghirlanda veniva utilizzata anche dai barbari che, ad inizio inverno, di sera si riunivano intorno ad una ghirlanda nella quale venivano poste quattro candele destinate ad illuminare la capanna fino all’arrivo della primavera.
Secoli dopo, i cristiani, sulla scia del processo d’integrazione successivo alla nascita del Natale, fecero propria questa tradizione, utilizzandola per festeggiare l’avvento di Gesù, luce di speranza e verità.
Un’altra leggenda, di origine germanica, lega la ghirlanda al Natale: si narra di una donna che, indaffarata con le pulizie la viglia di Natale, spaventò i vari ragni che vivevano lì intorno, tanto da farli scappare in soffitta. Durante la notte, però, sentendo il silenzio che li avvolgeva, i piccoli insetti decisero di uscire dal loro nascondiglio e notarono un bellissimo albero di Natale che riempiva il salotto.
Felici ed eccitati, i ragni iniziarono ad arrampicarsi sul maestoso abete, ricoprendolo di fili bianchi e grigi, ma, a mezzanotte, Babbo Natale arrivò e, notando la patina chiara che ricopriva l’albero, decise di trasformarla in fili d’oro e d’argento e, per fare un dono gradito alla signora, creò una ghirlanda dai mille colori che appoggiò sul camino.
Da allora, tutte le famiglie utilizzano ghirlande vivaci per celebrare il Natale e ricordare la bontà di Babbo Natale.

Un altro aneddoto racconta che alla vigilia di Natale, quando Gesù venne a benedire gli Alberi di Natale, notò che l’albero di una casa era coperto da ragnatele, dunque, quando benedisse l’albero, Gesù trasformò le ragnatele in bellissime ghirlande d’oro e d’argento.

Le ghirlande, dunque, sono forse la prima delle decorazioni natalizie e se ne possono acquistare di vari tipi, costi e grandezze.

Realizzarla in casa, però, è facilissimo.

Ad esempio è sufficiente intrecciare dei rami di salice piangente facendo assumere loro la forma di un cerchio per poter avere la base e, successivamente, divertirsi con le decorazioni che possono essere fiori finti, frutta secca, bastoncini di cannella – spezia propizia -, pigne, rami di pino o altro.
Una ghirlanda molto originale può essere realizzata anche con le palline dell’albero che non ci piacciono più o per qualche motivo abbiamo messo da parte: sarà sufficiente realizzare una base con del filo di ferro (o una vecchia stampella) e poi, con l’utilizzo della colla a caldo, incollare insieme le palline.
Chi ha manualità con la lana, può realizzare dei pon pon con la lana rimasta e incollarli insieme.
Una ghirlanda con materiale da riciclo, invece, può essere realizzata con i tappi di sughero incollati uno accanto all’altro, oppure, profumatissima, con fette di agrumi essiccate o ancora con frutta secca e pigne.
La ghirlanda ci permette di liberare la nostra fantasia e realizzare ciò che ci piace di più… Quindi… All’opera!

Come è la tua ghirlanda?

Tiziana Sevi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...