Meal .. Mi sono ritrovata al Parco della Rana!

MeAl (1)

Ragazzi questa settimana vi racconto una cosa emotional: ho ritrovato un posto che avevo perduto e pensavo che non avrei mai più amato come prima.

Vi è mai capitato che dopo che vi siete affezionati a qualcosa, in questo caso specifico ad un luogo, questo qualcosa cambi la sua natura e perda d’interesse e magia? Beh, nella mia città uno di questi luoghi era il Parco della Rana. Per tanti, tantissimi anni è stato un luogo speciale per me: da piccola è li che ho imparato ad andare in bicicletta, ed è li che ho dato il primo bacio a quello che poi sarebbe diventato mio marito. Insomma, è sempre stato un posto speciale, però negli ultimi 15 anni questo parco era cambiato e aveva perso lo smalto di quei giorni cosi felici. Forse semplicemente ero cambiata io, ma mi sono accorta che non era solo questo anche parlando con altre persone che come me avevano sempre avuto nel cuore quel posto.

Prima ci venivano organizzati un sacco di eventi, poi le cose sono cambiate – in peggio, per tutti, inesorabilmente – e con esse anche il parco ha perso qualcosa.

Un pò come nel libro “Il Giardino Segreto”, dove il giardino dopo la morte della padrona di casa era stato abbandonato a se stesso e ai giochi del clima e della natura (spero che abbiate letto la storia o che la conosciate già, sennò questo è un mezzo spoiler – I’m sorry!). Beh, anche il Parco della Rana si può dire che era stato abbandonato. Fino ad oggi.

Per una volta spezzerei una lancia all’amministrazione comunale che ha realizzato una cosa bellissima: ha ridato vita a questo posto; ha riqualificato l’area mettendo dei nuovi giochi per bambini realizzati con materiali riciclati e ha messo delle strutture per il corpo libero, ovvero per allenarsi all’aria aperta. Ha messo a disposizione un’area giochi completamente nuova che spero metta le famiglie di oggi in condizione di poter frequentare il parco con lo stesso entusiasmo con cui lo frequentavo io da bambina.

A questo punto un piccolo monito al sindaco e al comune in generale per completare questa magia: lo so che avete molto da fare e che le cose da gestire e sistemare sono tante, ma se trovaste il tempo e i soldi per concludere anche la ristrutturazione del pallone da pattinaggio, fareste felice un’inguaribile romantica che da bambina amava follemente muoversi su pattini a rotelle sotto a quell’igloo di plastica – e non solo me credo.

Alla prossima scoperta settimanale,

Alice Lavoratti

Un pensiero su “Meal .. Mi sono ritrovata al Parco della Rana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...