MeAl .. L’importanza del Caffè e il raggiungimento del Minimalismo

MEAL LOGO

Il profumo del caffè è una di quelle cose che ti rimette al mondo. Purtroppo però non è sempre una cosa buona avere un rapporto morboso con questa bevanda.

In queste settimane ho riscoperto l’amore per la macinatura fine e l’importanza di bere un caffè al giorno all’ora giusta. Ma andiamo per gradi.

Anzitutto vi racconto brevemente come sto: ho preso una decisione importante per la mia vita e mi sto facendo influenzare positivamente dai camminatori seriali e dal minimalismo. Sapete di che cosa sto parlando?

“Minimalismo esistenziale = La società in cui viviamo è fondata su regole che ci danneggiano. Essa è strutturata per non consentirci di essere appagati. Nella società dell’informazione, o meglio nella società dell’overload di informazione in cui viviamo, il minimalismo è divenuto uno strumento di sopravvivenza. L’anima del minimalismo è espressa dalla sua declinazione nel design, come strumento per rimuovere il superfluo e focalizzare l’attenzione su ciò che conta (…)” (Cit. Vivere intenzionalmente).

Da questa breve definizione potete meglio capire che cosa sono in procinto di fare: eliminare il superfluo, partendo dagli oggetti che non uso e che sono inutili per la mia vita. Questa cosa aiuta a sentirsi leggeri e a fare del bene; per esempio lo scorso week end sono partita ripulendo il mio armadio (e ancora non ho finito): sto mettendo tutto in sacchi e nylon per poi regalare tutto ad un mio amico senegalese che manderà queste cose per me inutili alla sua famiglia in Senegal. Questo farà felici loro e me, non sapete quanto. Oltre al pulire, l’opera minimalista prevede di non riacquistare nulla di nuovo – a meno che non ti serva veramente – e di tenere sempre tutto il necessario sott’occhio; quindi per esempio anche ciò che riguarda le pulizie di casa: pochi prodotti ma buoni, sempre a portata di mano in modo da usarli veramente ed essere più organizzati (e quindi puliti sempre in questo caso). Questa cosa va adottata per ogni parte della casa o momento della vita. L’idea è quella di farsi un quadro mentale pulito e sgombro dalle cose inutili o inutilizzate per essere più produttivi e godersi di più i momenti della propria vita.

Tornando ai camminatori seriali, sto seriamente pensando di intraprendere un cammino; quindi sto cercando di alzarmi presto al mattino, andare a letto presto la sera e camminare ogni giorno, dandomi un obiettivo sempre diverso. Questa settimana non è stato facile: già la sveglia alle 7,30 era una dura sveglia per me, anticiparla alle 6,30 ed alzarsi per camminare è stata tosta come cosa. Infatti, ho fallito per bene 4 volte su 7 giorni. Spero che la prossima settimana sia migliore, ve lo farò sapere.

Facendola breve, questa settimana ho scoperto di essere fondamentalmente una persona minimalista e che posso alzarmi presto la mattina per camminare perchè sono cose che mi rendono felice. Tornando al caffè, dopo un periodo in cui ero passata ad uno/due decaffeinati al giorno per curare la mia dipendenza da caffeina, in questi giorni ho scoperto che per alzarmi presto e muovermi ho bisogno di un caffè vero, ma che per spronarmi di più, me posso concedermelo solo al momento giusto della giornata; ovvero dopo la passeggiata, prima di uscire per andare a lavoro.

Alice Lavoratti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...