MeAl .. da oggi una vera e propria rubrica

MEAL LOGO

Buongiorno a tutti, come state? In realtà questa domanda dovrei porla a me stessa per prima. Purtroppo non saprei dare una risposta reale in questo momento. So solo che questo è un momento molto particolare della mia vita e che lo sto affrontando in una maniera altrettanto particolare.

A trent’anni c’è un pò questa diffusa perdita delle certezza acquisite con fatica dopo i diciotto anni; età in cui ti senti invincibile e finalmente emancipato (anche se in realtà forse l’emancipazione vera e propria la raggiungi proprio dopo i 25 anni e prima dei fantomatici 30). E io ora come ora mi sento proprio così: persa.

Questo che sto facendo non vuole essere un discorso qualunquistico sulle età della vita di una donna (o di un uomo): so perfettamente che ognuno di noi ha i suoi problemi da affrontare, tutto dipende da come li si affronta, ma sopratutto se si decide di affrontarli. Ad ogni modo ho deciso di mettere le carte in tavola: è arrivato il momento di rendere MeAl, nato per caso per motivarmi e divenuto in poco tempo canale di comunicazione e trasmissione dell’amore per se stessi, un vero e proprio diario settimanale, in cui tiro le somme su ciò su cui ho riflettuto nella settimana passata.

Trovo che la scrittura sia catartica e io ho bisogno in questo momento di qualcosa che mi stimoli ed esorcizzi le mie paure e i miei dubbi. Quindi ho pensato di usare questo spazio web per confessarmi un pochino con chi legge e magari sentire che consigli ha da darmi o cosa ha da dire. Magari, così facendo, potrò ritrovare la me stessa di un tempo, oppure trovarne una nuova più coraggiosa e forte di quella di adesso.

Vi va di fare questo viaggio con me?

Bene, cominciamo. La passata settimana, ovvero quella che ha chiuso aprile e aperto maggio, è stata la settimana che ha preceduto il mio trentunesimo compleanno (che per inciso si festeggia oggi). Come sempre è stata una settimana un pò bigia (potremmo tranquillamente dire de’ me’.. ma tralascerei i francesismi), dove come sempre ho avuto modo di riflettere più del solito sulla mia grama esistenza e tirare un pò le somme su chi sono diventata in questi 31 anni, cosa ho fatto e cosa potrei fare se ne avessi il coraggio. Mi spiego: se avessi avuto il coraggio di dire al mio capo che me ne frego di come sarebbe stato il lavoro tra luglio e agosto, forse avrei avuto anche il coraggio di riflettere in maniera più arguta sull’opportunità di fare un viaggio studio in Cina e magari cambiare la mia vita per davvero, o quanto meno renderla più stimolante. Se avessi avuto il coraggio di dire a me stessa con sincerità che ho paura di lasciare mio marito per due settimane e andare dall’altra parte del mondo a studiare la lingua cinese, forse avrei potuto meglio pensare che è una paura infondata e che andare a studiare il cinese in Cina mi avrebbe aiutata a conoscere meglio la lingua che sto studiando, visto che qui vado a rilento perchè mi manca la parte più importante ovvero parlare quella lingua. Se avessi avuto il coraggio di ammettere che non sono voluta partire perchè avevo paura di spendere troppi soldi, che servono sempre, e perchè avevo paura di dire ai miei genitori che andavo da sola in Cina per non farli preoccupare, forse avrei potuto tranquillamente parlare direttamente con loro e dire loro che avevo bisogno del loro supporto e del loro aiuto economico.

Se questa settimana ho rinunciato a fare un viaggio in Cina la colpa è soltanto delle mie insensate paure che mi rendono vulnerabile e ipocrita. Ve lo giuro, quando mi guardo allo specchio non mi sento particolarmente fiera di me per questo (e anche per altre cose). Ormai l’occasione, l’ennesima, è sfumata e dovrò aspettare il prossimo treno. E pensate forse che lo prenderò? Se continuo con questo atteggiamento non credo e credo anche che se continuo così salirò su un altro treno: quello dell’insoddisfazione personale, dove già ho messo un piede, e che porta inesorabilmente alla depressione cronica, altro aspetto che credo si stia già insinuando nella mia vita.

Di solito mi sfogo e mi rilasso distaccandomi da questi pensieri negativi andando in palestra, praticando il Jiujitsu brasialiano, ma lo scorso venerdi mi sono fatta male proprio mentre mi allenavo con un mio compagno, quindi sono ferma e questa cosa mi rende ancora più nervosa. Il Bjj è la mia valvola di sfogo e, a cose normali, molto probabilmente non sarei nemmeno qui a scrivervi come mi sento se avessi potuto andare in palestra a non pensare alle caxxate che mi hanno resa vulnerabile di fronte alla scelta di non partire per la Cina. Però, forse, è stato meglio così: non si può sempre procrastinare, sopratutto se si tratta della propria salute mentale. Devo smetterla di avere dubbi e paure e poi metterci una pezza con lo sport per sentirmi meglio: le cose vanno affrontate e basta, anche e sopratutto in queste circostanze.

Sapete, sul canale youtube di MeAl trovate le mini interviste ai personaggi della nuova commedia di Lorenzo Pratesi che parla proprio dell’amore per se stessi. Ora ve lo posso dire, tra i personaggi ci sono anche io, ma ve lo dico subito, la mia intervista breve con “LA FRASE CHE DICO SEMPRE” sarà l’ultima, perchè la frase che ultimamente dico sempre io non vi metterebbe proprio di buon umore.

Alice Lavoratti

2 pensieri su “MeAl .. da oggi una vera e propria rubrica

  1. Quello che hai scritto sullo sport e su quanto stare in palestra faccia bene all’animo trovo che sia una cosa vera che tutti dovrebbero capire. Purtroppo, per molte persone, chi frequenta le palestre è una persona attenta solo al proprio fisico e fissata in generale con il proprio corpo con il solo scopo di apparire. Io invece sono d’accordo sul fatto che sia prima di tutto una valvola di sfogo. Continua a scrivere fin quando non starai meglio per tornare in palestra 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...