Scol-Leghiamoci di Serena Montoni

Scollegarsi dal mondo digitale sembra un azione semplice ma non lo è.

Perché non implica solo il non guardare lo smartphone, il pc o il tablet comporta il distaccarsi globale della nostra attenzione dei nostri pensieri e comportamenti.
A chi non è capitato di dire “stasera non guardo lo smartphone e ceno in pace con la mia famiglia”. Alla prima notifica in arrivo le orecchie son già tese come quelle di un cane da punta, i pensieri sono già in parte occupati dalla domanda: “che faccio non guardo?” Ecco che, da lì in avanti, ci sarà un alta probabilità di essere ancora collegati al mondo digitale.

Gli studi recenti sulla dipendenza dal mondo digitale hanno osservato che le persone occupate in attività quotidiane sapendo di avere lo smartphone vicino, anche senza pensare di utilizzarlo hanno un livello di attenzione e allarme più elevato, in pratica una parte del loro cervello è comunque dedicata e connessa al mondo digitale.

L’utilizzo dei supporti digitali è inevitabile e utile per tanti aspetti, il problema è nella sua regolamentazione. Creare delle regole di utilizzo è fondamentale per non perdere il contatto con se stessi e con gli altri, per restare legati alla concretezza delle nostre sensazioni e delle nostre relazioni.

Restare in contatto non è solo vedere il profilo facebook di una persona o inviare vocali, il contatto è un esperienza concreta e tangibile, è toccare con mano e con ogni canale della nostra percezione l’altro e ciò che ci circonda. Non può limitarsi alla sola connessione frammentata e parziale dei social.

Sembra scontato ma spesso presi dalla routine quotidiana e dalle abitudini non ci rendiamo conto di essere sempre connessi al mondo digitale e di tendere a privilegiare solo quest’ultimo.

Allora riprendiamoci la nostra capacità di Scollegarci!

“Scolliamoci” dal mondo digitale e leghiamoci al mondo che ci circonda.

Quant’è importante coltivare i legami e le relazioni? E’ un possibile argomento da approfondire il prossimo mese.

Buone Feste,

Serena

Pubblicato da studio.509.blog

Ciao sono Alice Lavoratti e con la mia Best Friend Gaia nel 2015 abbiamo aperto questo blog che porta il nostro nome: Studio 509, ovvero due menti nate una il 5 maggio e una il 9 luglio che studiano sempre qualcosa di nuovo. Nel 2018 si è aggiunta Irene Fedi, la nostra cuciniera e foodblogger di fiducia, che ogni tanto ci regala le sue ricette. Dal 2020 sono solo io a scrivere - almeno per un pò - perchè le mie due fantastiche amiche sono state investite dalla bellezza della materinità. Perciò ecco un piccolo cambio di rotta editoriale e il collegamento alla mia pagina facebook personale @c.alice - il canale di Alice - dove pubblico ciò che scrivo qui sul blog e su altre testate giornalistiche. Se vi va di seguirci siamo anche su INSTAGRAM con il nome @studio.509.blog ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: