Il vademecum delle feste!

Le feste sono imminenti e, sapete benissimo, quanto io come voi ami mangiare. Spesso però il nuovo anno porta con sè pentimenti per tutti gli sgarri che ci siamo concessi durante i 15 giorni delle vacanze natalizie. Per questo è bello mangiare, stare in compagnia ma è buona norma non eccedere con le concessioni. Ho conosciuto la dottoressa Venturi qualche anno fa. È una nutrizionista molto competente . Oltre a questo è una donna meravigliosa dotata di spirito e tanta sensibilità. Il suo modo di porsi con i pazienti li fa sentire belli e vincenti, capaci di raggiungere i propri obiettivi. È una motivatrice più che una dietista. E così è stato. Ho raggiunto l’obiettivo senza nemmeno troppo sacrificio, solo poche rinunce. Lei mi ha insegnato ad alimentari e come alimentarmi. I suoi consigli me li porto sempre dietro e oggi voglio condividerli con voi. Perché nessuno deve rinunciare a una cosa che fa stare bene come mangiare ma bisogna capire come farlo nel modo migliore: senza rimpianti ma anche senza rimorsi (cit. 883). Vi scrivo di seguito alcuni consigli della dott. Venturi: una sorta di vademecum delle feste.

1) Concentrati sulle persone, non sul cibo. Ricorda che le cene e gli eventi sociali sono concepiti per passare
un po’ di tempo con i propri cari. Entra nello spirito della serata, rallegrandoti di avere tante persone a cui vuoi bene e ricorda che non sei lì soltanto per il cibo! Quando c’è una sola cena libera durante la settimana non è un gran problema, ma se i pasti si sommano è importante porre la giusta attenzione e iniziare a fare qualche rinuncia. Ad es : invece dell’antipasto toscano ordinerò delle verdure grigliate. Invece del dolce prenderò la frutta e così via.

2) Preparati in modo da non arrivare alla cena a stomaco vuoto. Fai uno spuntino leggero e salutare poco
prima di uscire. Scegli degli alimenti ricchi di proteine, come uno yogurt greco. Attenuando la fame, puoi
avvicinarti al buffet mantenendo il controllo e sarai meno propenso a fare scelte impulsive durante il pasto.
Non saltare mai i pasti prima di una cena, altrimenti sarai affamato e finirai per mangiare troppo.
(Se non puoi sgranocchiare niente prima di andare alla cena, chiedi un grosso bicchiere d’acqua
appena arrivi).

3) Osserva cosa offre la tavola prima di riempire il piatto, come sempre : scegli!
● Riempi il piatto soltanto una volta. Controllando le quantità di cibo ed evitando gli stuzzichini, non
ci saranno problemi.
● Non mangiare mai qualcosa che non ti piace. Qualche volta sarai costretto a dire di no, ma sarà un bene per te : non devono essere gli altri a decidere cosa devi mangiare.
● Prova nuove pietanze ed evita i piatti che potresti preparare a casa facilmente. Fai un favore al tuo
palato: non eccedere con i cibi comuni.

4) Mangia lentamente e in modo consapevole. L’organismo impiega circa 20 minuti per avvertire il senso di sazietà. Inoltre, a parità di tempo, mangiando lentamente ingerirai meno cibo. Cerca di gustare le pietanze e concentrati sui sapori: mangiare con consapevolezza ti eviterà di ingozzarti.
● Aspetta il tuo turno. Non avere fretta di raggiungere il tavolo. Chiacchiera con gli altri invitati e
avvicinati con calma al buffet.

5) Bevi responsabilmente e ricorda: gli alcolici ti disidratano. Se ne bevi devi consumare una quantità analoga
o maggiore di acqua (anche frizzante).

6) Cerca di essere attivo e dinamico soprattutto nelle settimane più critiche: ad es. le feste di
Natale. Mescolati tra la gente, balla e fai qualsiasi cosa per tenerti occupato (e lontano dal buffet) il più
possibile. Mantieni attivo il metabolismo evitando di oziare e facendo esercizio fisico durante le festività.
● Basterà fare una passeggiata di 30 minuti al giorno per mantenere il peso sotto controllo.

7) Se non sei tu l’ospite: attenzione agli avanzi! Non mangiare tutto il cibo ipercalorico avanzato soltanto per
evitare di sprecarlo. Dividi tutto ciò che resta in piccole porzioni da distribuire tra gli ospiti, così non avrai la tentazione di finire da solo mezza torta o lo stinco di maiale.
● Non usare mai la classica scusa “andrà sprecato se non lo mangio!”. È per questo che hai: a) un
congelatore; b) amici e familiari a cui distribuire gli avanzi; c) il secchio per il compostaggio.

Ringraziamo di cuore la dott. Venturi per questi consigli che spero vi servano per affrontare le feste con serenità senza temere il confronto con lo specchio o la bilancia il 7 gennaio! Buone feste…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...