Al buio nell’ armadio

20180908_150733_00018626849060788915157.png

Sono seduta sul letto in accappatoio, davanti all’armadio spalancato con la mia domanda standard: OGGI COSA MI METTO? 

Non è una questione di indecisione, sconforto da cellulite, lavatrici arretrate, crisi mistiche dell’ultimo secondo, il problema è che sto cambiando. Questa fase transitoria dei “quasi 30 anni” mi sta destabilizzando, sta mirando proprio ad una delle mie poche certezze. 

Sono cresciuta in un ambiente familiare che mi ha sempre incoraggiato e stimolato ad utilizzare la moda come espressione personale, fin da piccola avevo il mio stile ben marcato e chi se ne frega degli altri! Ho attraversato molte fasi, soprattutto durante l’adolescenza, ma la moda mi ha sempre accompagnata fino a diventare il mio lavoro. Essendo una persona introversa ho sempre cercato di esprimere me stessa nel modo a me più semplice: i vestiti.  Far trasparire il mio modo di essere tramite ciò che ho nell’armadio è sempre stato un punto fermo. 

Adesso apro quelle ante e mi sale l’ansia, mi sale la voglia irrefrenabile di fare tabula rasa e iniziare da capo. Non riconosco più il mio stile, e mentre alla Milano Fashion Week impazza il giallo fluo per la prossima estate ( affronteremo la gravità del problema a tempo debito) io sto diventando incolore. Qualsiasi cosa mi metta non mi piace, o non si addice, o troppo “gggiovane che vuol fare la signora matura” o viceversa. Non ho più un mio stile e faccio molta difficoltà a ritrovarmi. 

armadiogreenpeace

Adesso la moda è cambiata, addio alle mitologiche ere dove veniva influenzata dall’evoluzione mondiale e potevi toccare con mano il cambiamento. Ormai non ci sono più stili veri e propri da seguire, va tutto e non va niente. Adesso non c’è l’icona di stile che detta moda, ma è lo stilista che imbelletta la star del momento. Questo può essere destabilizzante ma anche incoraggiante e stimolante. Mai come adesso, in un mondo della moda che sta andando un pò alla deriva, possiamo essere noi stessi e forse è proprio questo il problema: nessuno di noi è abituato. 

C’è chi dice che l’aspetto esteriore non conta niente, e magari è pure vero in certi casi, ma è importante per noi stessi, per guardarci allo specchio con un bel vestito od una bella camicia e sentirsi un pò meglio; solo ed esclusivamente per volersi un pò bene, vedersi riflessi e dirsi “Ammazza che gnocca/o!”

Voi ci vedete qualcosa di male? 

Una delle mie missioni di questo anno sarà trovare e ritrovare il mio stile. Al di là del calderone delle tendenze, prendere un pò della me di sempre e andare alla ricerca di cose che mi facciano sentire bene. 

Vi confesso un segreto: un pò ho già iniziato! Guardate cosa ho trovato al Secret Market della nostra Cristiana Coveri la scorsa settimana! ( per leggere il nostro articolo a riguardo cliccate qui )

Ho fatto un mix di cose, non necessariamente le metterò tutte insieme conoscendomi, però mi sembra un buon inizio. E poi c’è un pò di rosso, che sarà sempre il mio colore preferito, nonostante tutto.

Buon weekend a tutti!! 

IMG_1135

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...