SFORNELLIRENE: Torno con la ricetta della MOUSSAKA

Bentornati! Siete tornati alla solita routine?

Io si…ma la cosa che mi consola è che ho ripreso possesso della mia cucina e dei miei fornelli!

Inutile dirvi che, dopo 10 giorni di astinenza dai fornelli, ho avuto grande piacere di riprendere la mia attività preferita. Le mie ferie sono statemolto rilassanti (ne avevo veramente bisogno!).

Sono andata, come mi capita da qualche anno, in Grecia. Posti stupendi, persone gentili, mare perfetto e soprattutto cibo gustoso. Ed è proprio di un piatto che impervia sulle tavole di ogni isola greca che ci parlo oggi: la Moussaka.

È una sorta di parmigiana, una lasagna al forno con ragù coronata di besciamella fumante, solo che
al posto della pasta, della sfoglia emiliana, ci sono fette di melanzana fritta. Non deve mai mancare poi una bella spolverata di cannella e noce moscata nella besciamella per creare una sinfonia speziata avvolgente, dal retrogusto dolce. Prima di passare ai
fornelli, due parole sulla ricetta originale della Moussaka.

Ogni paese ha una propria versione e il nome è di origine araba: musaqqa‘ah, che significa raffreddata.

E infatti si narra che la madre di tutte le moussaka sia quella semplice con melanzane e pomodori e al massimo ceci. Il manzo dopo tutto non è molto comune in Grecia e Medio Oriente, anzi le principali ricette arabe di queste zone sono a base di ceci: vedi
falafel e hummus.

La Moussakà albanese si fa con le patate, come quella balcanica.

La moussaka greca è la più ricca e sontuosa ed è quella che prepareremo. La carne solitamente è di agnello, ma se non vi piace sostituite con manzo. È molto meno saporita, ma è questione di gusti. Io ho scelto una delle tante ricette che si trovano on-line.

Ingredienti

• 1 kg di melanzane
• sale e pepe
• olio di oliva
• Parmigiano Reggiano grattugiato
• 4 patate grandi
Per fare la besciamella
• 80 grammi di burro
• 120 grammi di farina
• 600 ml di latte intero
• sale e pepe
• spolverata di noce moscata
• spolverata pesante di cannella, anche 1 cucchiaino raso va bene

Per il ragù di carne

• 1 cipolla gialla

• 600 grammi di carne di agnello macinata
• sale e pepe
• 1 bicchiere di vino rosso
• 400 ml di passata di pomodoro

Procedimento

Partiamo dal sugo di carne. Sminuzzate finemente la cipolla e fatela stufare in 6 cucchiai di olio di oliva per 10 minuti. Fiamma dolce, non deve bruciare. Usate una pentola dal fondo spesso, la cottura sarà lenta e il calore deve essere trasmesso in
maniera uniforme. Aggiungete la carne di agnello macinata, rimescolate, condite con
sale e pepe e cuocete 5 minuti. Sfumate con il vino, passati altri 3 minuti, aggiungete la passata o i pelati, rimescolate, abbassate la fiamma e cuocete per 50 minuti a
fiamma bassissima.

Se volete più cremosità aggiungete 4 cl di latte. Controllate che la
cottura sia graduale e dolce, rimescolate e aggiungete acqua se necessario.

Intanto, prendiamoci cura delle melanzane per la moussaka. Tagliatele a fette spesse 1,5 cm e poi cospargetele si sale, impilandole una sopra l’altra, in uno scolapasta. Aspettate 1 ora poi lavatele con cura. Friggetele in olio di semi bollente oppure cuocetele in padella o alla piastra se avete i sensi di colpa da calorie. Conditele leggermente con
sale e pepe.

Ora fate la besciamella. Scaldate il latte a parte, deve essere tiepido. Prendete una casseruola dal fondospesso e sciogliete il burro a fiamma dolce. Versate la farina e mescolate per 5 minuti. Aggiungete mezzo bicchiere di latte poco alla volta e cuocete fino a quando non è completamente amalgamato. Dopo 2 minuti aggiungete il resto del latte ancora poco alla volta fino a quando non avrete ottenuto una crema liscia e vellutata. Condite con sala, pepe, noce moscata e una generosa dose di cannella. A questo punto non ci rimane che prendere una pirofila rettangolare e iniziare a comporre la moussaka. Mettete uno strato di sugo di carne, poi aggiungete uno strato di melanzane, una grattugiata di formaggio Parmigiano Reggiano e poi sugo di carne e melanzane e formaggio, infine coprite con una colata di besciamella.

Se volete aggiungere le patate, bollitele, tagliatele grosse e mettetele
sul fondo della pirofila. Aiutano a lenire la sensazione untuosa, grazieall’apporto di amido.

Non devono mai essere più di uno strato. Cuocete in forno caldo a 170 gradi per 40 minuti e poi lasciate riposare. Servite la moussaka solo il giorno dopo.

#xoxo Irene Fedi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...