DON’T CALL ME TRAVEL BLOGGER: LAS VEGAS – IL PARCO GIOCHI D’AMERICA

LAS VEGAS

“RUSTY: Ci vorranno almeno una dozzina di truffatori esperti in vari rami.

DANNY: Di che tipo secondo te?

RUSTY: Beh, cosi ad occhio e croce direi che servono .. un Murdock, una Miss Daisy, un Mike Tyson, un paio di Jocker e un Dennis Rodman .. per non parlare della migliore Ella Fitzgerald della storia!”

Cit. Ocean’s Eleven

Ed eccoci arrivati alla seconda tappa dopo Los Angeles: Las Vegas, il parco giochi d’America.

Qui staremo solo un giorno. Cosa vedere? Beh, io ho solo una tappa in mente: le fontane del Bellagio!

FountainsExterior

Ormai lo avrete capito, sono un’appassionata di cinema, e Ocean’s Eleven è stato uno dei pilastri dei primi anni 2000. Ocean’s Eleven è stato uno dei primi film, a mio avviso, dopo I Soliti Sospetti, prima di The Italian Job, a riunire un cast stellare dove tutti erano protagonisti, ma sopratutto dove tu, spettatore, stavi sia dalla parte dei ladri, sia dalla parte del povero derubato (perchè diciamocelo, alla fine il povero Andy Garcia non aveva perso il fascino di Vinny ne Il Padrino parte terza ed era quasi impossibile non amare il suo atteggiamento nobile, elegante, altezzoso, da vero duro anni ’70-’80).

OCEANS-ELEVEN

La cosa bella di quel film sono, secondo me, i costumi, la ricostruzione cinematografica e le ambientazioni. Infatti, Las Vegas non è conosciuta principalmente per le cose da vedere, ma l’ambiente in cui vieni inserito dice che sia affascinante: un vero e proprio Paese Dei Balocchi.

La scena che mi viene subito in mente è quella in cui tutta la banda si riunisce sotto la fontana del Bellagio e osserva i giochi d’acqua e di luci. E’ questa per me Las Vegas ed è questo quello che voglio vedere una volta che sarò là; le luci e i colori e per questo un giorno basterà sicuramente, per imprimermela nel cuore.

parchi_nazionali_da_las_vegas_giorno1_las_vegas_strip_1280x720_1

Ad ogni modo, visto che mancano ancora 5/6 mesi all’arrivo in questo “luogo di perdizione”, su blogdiviaggi.com ho trovato una breve guida che descrive una passeggiata sulla Strip (che per gli amanti di C.S.I. è un pò un luogo cult). Pubblico qui l’estratto virgolettato (mentre se cliccate sul link del sito trovate l’articolo intero).

Alla prossima puntata di DON’T CALL ME TRAVEL BLOGGER!!

“# Las Vegas Strip

Se sei a Las Vegas non puoi perderti la passeggiata lungo la Strip: 2 km di strada piena di hotel e casinò, ricostruzioni di intere città e bellezze architettoniche. Un tripudio di luci, enormi display lampeggianti, colori e oggetti surreali.

Ovunque ti giri c’è qualcosa da vedere: non solo alberghi ma anche grandi catene, l’Hard Rock Cafè, il curioso negozio M&M e quello della Coca Cola, ristoranti. Incontri tanti turisti ed anche americani doc, sempre con la costante compagnia della musica rimbombante e degli artisti di strada.

Un paio di consigli:

  • se hai tempo percorrila sia di sera che di giorno, al fine di apprezzare le luci e l’atmosfera notturna da un lato, e la minuzia di particolari con cui sono stati riprodotti i monumenti simbolo delle città più famose del mondo dall’altro;
  • falla a piedi, ne vale la pena! Godrai appieno della sua bellezza e particolarità. È lunga, ma se l’ho fatta io lo può fare chiunque! Se non te la senti o desideri vedere ogni angolo della città puoi utilizzare un mezzo di trasporto, come taxi o autobus.”

img_20180202_152039_899230405737.jpg

#xoxo Alice Lavoratti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...