🎈🎈Trent’anni e non sentirli: I TRENTENNI e i miei trenttrent’anni

Io (Alis) e la mia Gaia in rosa per la presentazione della prima di LEI NON SA CHI SONO IO di Lorenzo Pratesi

Il mio 2018 inizia con l’amaro in bocca. Ma di cose belle ne sono già successe, almeno per noi di @studio.509 (Ci trovate così su instagram). Per esempio lo scorso 19 gennaio abbiamo avuto ospiti in puntata le mitiche ragazze de I TRENTENNI e la sera stessa post diretta abbiamo presentato la prima di LEI NON SA CHI SONO IO di Lorenzo Pratesi. Insomma un inizio col botto.

Molti fanno il bilancio a fine anno. Io il 2017 me lo butto alle spalle e vi dico cosa mi propone il 2018 – tralasciando la parte dello stress che sto accumulando. Sapete perché ho deciso per questo approccio? Perché quest’anno a compiere 30 anni sono io (Gaia ha ancora un anno per sua fortuna).

Dopo aver parlato con Silvia in radio la scorsa settimana mi è entrata in testa una sua frase: “Tieniti pronta tesoro, perché sono i più Belli. Lo sai?”

I TRENTENNI ci citano nelle loro stories di Instagram

Ci ho riflettuto ed era quello che speravo. Ho in programma un viaggio. Ho in programma di cambiare me stessa (ve ne parlerò prima o poi). Ho in programma di fare, come mi ha detto la mia amica Gaia, quello che mi rende felice davvero, perché, alla fine, se quando mi guardo allo specchio la mattina non mi sto antipatica, dovrò sopportare per 24 ore una persona antipatica (oltre alle altre 4 milioni di persone antipatiche nel mondo).

Silvia ci ha raccontato com’è nato e cresciuto il progetto de I TRENTENNI su Facebook: piano piano, da un’idea semplice in una serata d’aperitivo (forse mentre erano pure un pó ubriache 🤣🤣🤣).

Io il mio progetto ce l’ho. Per ora l’ho lasciato li, un pó in sordina: é come una piantina cresciuta poco per colpa di una madre che non gli ha dato troppe cure. A volte, quando si pianta un seme, non si sa nemmeno se ne nascerà qualcosa. A volte, quando la pianta inzia a spuntare dalla terra e mostra il germoglio, non ti accorgi nemmeno bene di che pianta sia. Hai quasi “paura” a scoprirlo. Hai paura che cambi troppo in fretta, hai paura che cresca troppo velocemente e di non avere tempo di potarla a dovere per renderla più forte e rigogliosa. Quindi la lasci un pó li: prende la sua luce dalla finestra, anziché direttamente dal balcone, la annaffi giusto quel che serve per tenerla in vita e basta.

Le Ragazze de I TRENTENNI mi hanno insegnato e mi dimostrano ogni giorno che nessuna idea è sciocca e che le persone hanno bisogno di tenere un contatto con il loro io interiore che pesca la sua linfa dall’infanzia, da ciò che ha appreso, mangiato e bevuto per crescere così.

Il 2018 sarà quindi un anno di crescita in tutti i sensi: raggiungo il traguardo dei trenta, mi lancio in una cosa nuova e cambio me stessa senza se e senza Ma, ma sopratutto mi vestirò ogni giorno con un sorriso bello, simpatico e .. rosa!!

#xoxo Alis

Ps: questo post lo dedico alla Gaia perché fino a stamattina lo volevo scrivere in un altro modo, ma ho deciso che doveva essere così dopo aver preso due “randellate” metaforiche da lei che riesce sempre a riportarmi sulla retta via. Ti voglio bene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...